Disciplinare - PIATLINA E CIARDA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Disciplinare

ASSOCIAZIONE
DISCIPLINARE DELL’ASSOCIAZIONE PER LA PROMOZIONE, TUTELA E VALORIZZAZIONE DELL’ANTICA  PATATA LOCALE PIATLINA E DELLA PATATA CIARDA DELLA VALLE GRANA (Cn) 

 

Art. 1 Caratteristiche morfologiche

L’antica e tradizionale patata locale Piatlina della Valle Grana è di forma tendenzialmente piatta (da cui origina il nome) con buccia di colore paglierino. Presenta in superficie dei piccoli affossamenti a livello delle gemme (occhi), con fondo di colore rosa tenue. La polpa è bianca,di consistenza tenace e profumata.

La tradizionale patata Ciarda è di forma ovale, con buccia rossa (da cui origina il nome locale) e di polpa gialla.

Art. 2 Tuberi seme

La antica e tradizionale patata locale Piatlina della Valle Grana deriva esclusivamente da tuberi-seme  autoprodotti o prodotti dalle aziendali locali aderenti all’associazione e scambiati tra di esse.

La tradizionale patata Ciarda  deriva esclusivamente da  tuberi di seme della varietà Desirèe (o autoprodotti) coltivata nel territorio della Valle Grana.

Art.3 Denominazione e marchio

L’antica patata locale Piatlina e la patata Ciarda della Valle Grana vengono altresì denominate “patate di montagna” se coltivate in tale territorio(Valle Grana) ad un altitudine superiore ai 600 metri sul livello del mare.

L’antica patata locale Piatlina e la patata Ciarda della Valle Grana coltivate in tale territorio (Valle Grana) ma a un’altitudine inferiore ai 600 metri sul livello del mare devono altresì essere denominate “patate di campagna”.

A tale scopo verrà istituito marchio promozionale.

Art.4 – Area di coltivazione e limiti territoriali

L’area di coltivazione di queste tradizionali varietà di patate è compresa nei confini territoriali della Valle Grana, in provincia di Cuneo. (Castelmagno-Pradleves-Monterosso Grana-Montemale-Valgrana- Caraglio- Bernezzo).

Art 5-Coltivazione

Ogni socio coltivatore deve comunicare al consiglio direttivo o suo delegato ad inizio di ogni annata agraria l’estensione dei terreni che verranno coltivati con le suddette varietà di patate.

La coltivazione deve avvenire nel rispetto dell’ambiente,delle normative vigenti, con predilezione d’uso di prodotti fitosanitari consentiti dall’agricoltura biologica e biodinamica  e secondo i canoni della tradizione locale. La fertilizzazione di base deve comunque essere effettuata con letamazione organica (Bovina , Ovicaprina, Equina, cunicola) 

Art. 6-Limitazioni alla coltivazione.

Nella coltivazione delle varietà suddette non è ammesso l’uso di diserbi chimici. Non è ammesso nella fertilizzazione l’uso di pollina, guano o suoi derivati. 

Art.7 –Ammissione soci produttori

Può essere ammesso come socio produttore chi è coltivatore professionale o amatoriale e chi pratica un’agricoltura di tipo famigliare, di piccole dimensioni e che coltivi direttamente la terra in cui vive.

Art 8 – Caratteristiche merceologiche 

Patate di prima scelta: calibro superiore a 45 mm o lunghezza superiore ai 70 mm. Non devono presentare segni di inverdimento, malattia, tagli profondi, germogli, fori. Non devono presentare eccessiva tubero mania.

Patate di seconda scelta: calibro superiore a 45 mm o lunghezza superiore ai 70 mm. Possono presentare lievi segni di taglio, di tubero mania, di fori e altri lievi difetti fermo restando che la polpa interna deve essere sana. Non possono, tuttavia, presentare segni di malattia, inverdimento, marcescenza.

Art. 9 – Commercializzazione.

La commercializzazione delle suddette patate deve avvenire nel territorio della Valle Grana:

a)      presso i produttori

b)      presso i negozi di valle

c)      presso le fiere, i mercati e le manifestazioni di valle

d)      ai ristoratori di valle 

Per scopi promozionali in eventi e  manifestazioni, relativi ai prodotti tipici,alla enogastronomia di qualità, al territorio e al turismo, può varcare i confini territoriali predetti.

Art. 10- Confezioni e prezzi

Le confezioni di patate (sacchetti, sacchi, cassette) devono essere accompagnate da un cartellino recante marchio dell’associazione – varietà-produttore- peso.

Il prezzo è fissato ogni anno dal Consiglio Direttivo.

Art.11- Modifiche ed integrazioni

Al presente disciplinare possono essere apportate modifiche ed integrazioni per motivi di legge o a seguito di decisione espressa dalla maggioranza dei soci nell’assemblea generale. 

Il presente disciplinare è stato approvato all’unanimità dai soci fondatori dell’ Associazione per la promozione, tutela e valorizzazione dell’antica patata locale Piatlina e della patata Ciarda della Valle Grana (Cn) riuniti in assemblea  in data 10 febbraio 2011 presso il palazzo comunale di Monterosso Grana 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu